Valutazione

La valutazione ha per oggetto il processo formativo e i risultati di apprendimento degli alunni e delle alunne, ha finalità formativa ed educativa e concorre al miglioramento degli apprendimenti e al successo formativo degli stessi.

Per gli alunni dei diversi ordini di scuola è prevista una valutazione periodica quadrimestrale e una valutazione finale, riferite sia ai livelli di apprendimento acquisiti sia al comportamento.
Per quanto riguarda gli apprendimenti nelle varie discipline di studio, per gli alunni del primo ciclo (scuola primaria e scuola secondaria di I grado) la valutazione, in base alle disposizioni normative, viene espressa con voto in decimi anziché con giudizio sintetico.

La valutazione nelle classi intermedie avviene per scrutinio, mentre per la classe terza di Scuola secondaria di I grado avviene per esame di Stato.

La valutazione dell’insegnamento della religione cattolica è espressa senza voto numerico.

Ai fini della validità dell’anno, per la valutazione degli allievi è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale. Per casi eccezionali accertati dal Consiglio di Classe o di Interclasse e verbalizzati, possono essere stabilite motivate deroghe deliberate dal collegio dei docenti a condizione che le assenze complessive non pregiudichino la possibilità di procedere alla valutazione stessa.

La valutazione del comportamento si riferisce allo sviluppo delle competenze di cittadinanza. Il Patto educativo di corresponsabilità e il regolamento approvato dall’I.C. ne costituiscono i riferimenti essenziali. Per la scuola primaria la valutazione del comportamento viene espressa collegialmente dai docenti attraverso un giudizio sintetico riportato nel documento di valutazione. Per la scuola secondaria di primo grado la valutazione del comportamento è espressa con giudizio sintetico.

CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’APPRENDIMENTO 

CRITERI DI VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO 

DESCRITTORI DEGLI APPRENDIMENTI SCUOLA PRIMARIA

DESCRITTORI DEGLI APPRENDIMENTI SCUOLA SECONDARIA

CRITERI DI NON AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA E ALL’ESAME DI STATO

CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL VOTO DI AMMISSIONE ALL’ESAME DI STATO 

 

 

 

Accessibility